Sura XCVII Al-Qadr(Il Destino)

Sura XCVII Al-Qadr(Il Destino)

Fonte: http://www.corano.it/corano_testo/97.htm

Pre-Eg. N°25 . Di 5 versetti. Il nome della sura deriva dal versetto 1.

La Notte del Destino, di cui è questione in questa sura, è quella in cui Allah (gloria a Lui l’Altissimo) rivelò al Profeta Muhammad (pace e benedizioni su di lui) il Sublime Corano. Il fatto avvenne in una delle notti dispari dell’ultima decade del mese di Ramadan (vedi anche nota alla sura XCVI).

In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso.
1. Invero lo abbiamo fatto scendere nella Notte del Destino.
2. E chi potrà farti comprendere cos’è la Notte del Destino?
3. La Notte del Destino è migliore di mille mesi.
4. In essa discendono gli angeli e lo Spirito*, con il permesso del loro Signore, per [fissare] ogni decreto.

*[ “lo Spirito”: con questo termine Allah (gloria a Lui l’Altissimo) designa, nel Corano l’angelo Gabriele (pace su di lui) ]

5. È pace, fino al levarsi dell’alba.

Fonte: http://www.quranexplorer.com/quran/

سُوۡرَةُ القَدر
بِسۡمِ ٱللهِ ٱلرَّحۡمَـٰنِ ٱلرَّحِيمِ

إِنَّآ أَنزَلۡنَـٰهُ فِى لَيۡلَةِ ٱلۡقَدۡرِ (١) وَمَآ أَدۡرَٮٰكَ مَا لَيۡلَةُ ٱلۡقَدۡرِ (٢) لَيۡلَةُ ٱلۡقَدۡرِ خَيۡرٌ۬ مِّنۡ أَلۡفِ شَہۡرٍ۬ (٣) تَنَزَّلُ ٱلۡمَلَـٰٓٮِٕكَةُ وَٱلرُّوحُ فِيہَا بِإِذۡنِ رَبِّہِم مِّن كُلِّ أَمۡرٍ۬ (٤) سَلَـٰمٌ هِىَ حَتَّىٰ مَطۡلَعِ ٱلۡفَجۡرِ (٥)

 

 

 

Fonte: http://musulmano.altervista.org/islam/laylat-al-qadr-la-notte-del-destino/

Secondo la tradizione, durante la Notte del Destino (Lailatu l-Qadr), fu fatto scendere il Corano nella sua interezza. Viene chiamata Notte del Destino perché in essa Allah decreta il destino della creazione per l’anno a venire.

Essa è la notte santa del mese benedetto, l’arrivo del quale il Profeta Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, annunciava ai Suoi Compagni dicendo:

E’ giunto a Voi Ramadàn, il Signore dei mesi. Sia esso il benvenuto!

In questa notte santa e sublime gli angeli e lo Spirito (l’angelo Gibrìl) scendono sulla terra con le benedizioni del Signore, portando ad ogni cosa il suo destino.

Parte della umma muhammadica crede che essa cada nel 27° giorno del mese di Ramadàn, secondo un’interpretazione prevalente; secondo alcuni interpreti essa può cadere in una delle notti dispari della terza decade.

 

Detti del Profeta Muhammad per La Notte del Destino

Il Profeta ha detto:

Chi fa la veglia notturna di adorazione nella Notte del Destino per fede e per amor di Allàh riceverà il perdono dei peccati commessi!.

Alcuni dei Compagni del Profeta (Sahaba) videro in sogno che la Notte del Qadr (destino) era una delle ultime sette (del mese di Ramadan), l’Inviato di Dio osservò: “Vedo che le vostre visioni convergono sulle ultime sette: chi vuol cercare, lo faccia tra le ultime sette”.

Da Omar (Iddio sia soddisfatto del padre e del figlio)

Al-Buhārī e Muslim concordano

“Inviato di Dio” chiesi “Hai considerato quello che dovrei dire se sapessi qual è la Notte del Qadr?”

rispose: “Di: Mio Dio, Tu sei Indulgente, ed ami l’indulgenza, sii indulgente con me”

Da Aicha (una delle mogli del Profeta):

Trasmesso da at-Tirmidī che disse: Hadith buono ed autentico.

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: