Appello ai sindaci e alle istituzioni del Cassinate e del Lazio: uno spazio nei cimiteri comunali per i musulmani

logo

Appello ai sindaci di Cassino, Cassinate e del Lazio e alle istituzioni competenti per uno spazio nei cimiteri comunali.

L’Islam è la seconda confessione religiosa in Italia, secondo le statistiche sono due milioni e mezzo i cittadini musulmani residenti nel nostro paese.

La presenza di cittadini di fede musulmana a Cassino e nel territorio del Lazio Meridionale è cresciuta notevolmente. Inoltre, è in aumento il numero di musulmani nati in Italia, ormai alla loro terza generazione e, che per ragioni diverse, non hanno più alcun rapporto con il paese di provenienza.

Allo stesso modo si registra anche un aumento dei decessi di persone di fede islamica che non sempre hanno il sostegno delle proprie famiglie per il rimpatrio delle salme. I motivi sono diversi, vanno dalle carenze economiche alle difficoltà a trovare parenti. Per esempio questo accade con i tanti rifugiati o per i clandestini. I costi per far rientrare una salma nei paesi di origine sono altissimi e frequenti sono i casi in cui le istituzioni o le famiglie si rivolgono al Centro Islamico di Cassino per avere indicazioni su dove poter seppellire le salme o come fare per farle rientrare nei paesi di origine.

A livello giuridico, esiste il diritto alla sepoltura, che è un diritto fondamentale dell’uomo. Tutti hanno diritto a ricevere una degna sepoltura, nel rispetto dei riti previsti a seconda della fede professata. Si tratta di qualcosa che va al di là di qualsiasi divergenza politica o culturale. Ma è qualcosa che accomuna tutti gli uomini in quanto tali e proprio perché affermato tra i diritti inviolabili dell’uomo, tale diritto va garantito e tutelato indipendentemente dalla posizione di regolarità sul territorio di un determinato Stato.

Quindi, va sempre considerata la sacralità della morte come complementare alla sacralità della vita. Vero è che si registrano diversi segnali che possono essere ritenuti sintomatici di un processo, sempre più vasto e intenso, di perdita di valori universali quale è la sacralità della vita umana, legata al credo religioso di ognuno di noi.

Un valore importante, quello della fede, che rientra in questo processo di riconoscimento della specificità religiosa, garantita e tutelata dagli Art. 3 e 8 della Costituzione italiana.

Ecco perché il Centro Islamico Culturale La Luce – OdV di Cassino lancia un appello ai sindaci di Cassino, del cassinate e del Lazio, al fine di chiedere uno spazio nei cimiteri comunali destinato ai fedeli musulmani.

Infatti, come già accade in altre città italiane, i Sindaci possono concedere un’area adeguata nel cimitero a comunità straniere che facciano domanda per avere un proprio reparto per la sepoltura delle salme secondo quanto previsto dal decreto del Presidente della Repubblica in data 10 settembre 1990, n. 285 (decreto 285/90 stabilisce, al capo XX, articolo 100).

Rispondere a questo appello significa garantire anche alla comunità musulmana presente sul territorio la possibilità e la certezza di avere una ritualità funebre consona al proprio credo.

Per informazioni scrivere a: comunicati@centroislamicocassino.it

Il Progetto Percorsi Inclusivi riparte dopo la pausa estiva

letter blocks

Dopo una pausa per il periodo estivo, riprendono le attività del Progetto Percorsi Inclusivi, finanziato dalla Regione Lazio, Avviso Comunità Solidali 2020 bando della Regione Lazio. Il progetto è promosso dal Centro Islamico Culturale La Luce – OdV a Cassino.

Si comincia Venerdì 9 Settembre dalle ore 16:00, con la ripresa delle lezioni di lingua italiana. Si tratta di ricominciare un progetto che vuole favorire l’inclusione sociale dei membri della comunità dei musulmani a Cassino. Come sempre accade, l’integrazione inizia dalla lingua. Per questo è molto importante avere questa possibilità di un corso di lingua italiana completamente gratuito per i nostri corsisti.

Questo fine settimana, nel pomeriggio di Sabato 10 Settembre, tornano le lezioni di lingua inglese dalle ore 16 alle ore 17. Il corso base riprende per tutto il gruppo di iscritti, mentre è in arrivo una novità. Infatti, la professoressa Visocchi ha dato disponibilità per un’ora extra di lezione. Dunque, ci sarà un incontro anche dalle ore 17 alle ore 18 per un gruppo “advanced“. La professoressa organizza una sessione di “conversation” in lingua inglese, e aperta a tutti coloro che vorranno partecipare e praticare il loro inglese. Tutti coloro che hanno voglia di cimentarsi nel parlare inglese sono invitati a partecipare.

Mentre bisognerà attendere per le lezioni di lingua araba. Infatti, il professor Shaban ha comunicato la ripresa dei suoi corsi per Sabato 17 Settembre. Ancora qualche giorno di pazienza e ripartirà il corso di arabo. Un corso che è bene seguire visto che è importante mantenere vivo quanto abbiamo studiato.

Eid al-Adha: La festa del Sacrificio 2022 a Cassino

Il Centro Culturale Islamico La Luce-ODV di Cassino, organizza per Sabato 9 luglio la preghiera comunitaria presso la Villa Comunale per celebrare l’Eid al-Adha. Si tratta di una delle feste religiose più importanti del calendario musulmano. Il ritrovo per la Festa del Sacrificio è previsto alle ore 7:00 del mattino, la preghiera avrà inizio alle ore 8:00 circa.

Come già avvenuto per la preghiera di fine Ramadan, l’area della Villa Comunale in Cassino, è pronta a ospitare i fedeli della comunità musulmana anche in occasione dell’ Eid al-Adha o Festa del Sacrificio. Si tratta di un momento molto importante per i tanti fedeli musulmani che sono invitati a partecipare alla celebrazione dei riti di questa giornata.

La tradizione di questa festa invita anche alla condivisione e alla generosità tra i membri della comunità. Infatti, la carne ottenuta dai sacrifici viene divisa in tre parti. Soprattutto è un valore simbolico per cui un terzo della carne viene donata in beneficenza.

La comunità dei musulmani di Cassino saluta Dom Donato Ogliari

L’Abate di Montecassino, S.E. Rev.ma Donato Ogliari e l'imam di Cassino El Aichi Bouchaib

Dom Donato Ogliari Arciabate e Ordinario di Montecassino diventa nuovo abate di San Paolo fuori le mura.

Dopo nove anni dom Ogliari lascia l’abbazia benedettina ed è pronto per andare a Roma. Inizia così un nuovo incarico a servizio della comunità.

Augurandogli il meglio, a lui va un sentito ringraziamento per il suo operato per la città di Cassino e un saluto affettuoso da parte di tutta la comunità dei musulmani del Basso Lazio.

Il maestro Amjed Rifaie torna a Cassino con il corso di calligrafia araba

Il Centro Islamico Culturale La Luce – OdV a Cassino, da domani, ospita il corso di calligrafia araba. Il corso fa parte del Progetto Percorsi Inclusivi, finanziato dalla Regione Lazio, Avviso Comunità Solidali 2020 bando della Regione Lazio. Si tratta di una due giorni di immersione completa nella bellezza di questa antica arte nata nel VII secolo d.C.. Le lezioni sono in programma Sabato 14 e Domenica 15 Maggio a partire dalle ore 11:00 fino alle 16:00.

Gli incontri si tengono a Cassino, presso la Casa della cultura, parco Baden Powell. I corsisti lavoreranno insieme con il maestro Amjed Rifaie, che torna a Cassino dopo sei anni. Con lui impariamo a conoscere l’antica arte della calligrafia araba e le sue tecniche. Si tratta di aver cura di un rituale molto antico e che racchiude tecnica, ricchezza linguistica, ma anche tanta spiritualità. Con il maestro Rifaie, possiamo avvicinarci a comprendere la vera essenza di quest’arte millenaria. Attraverso le sue lezioni di scrittura trasformiamo e rendiamo vive lettere, parole e poesie in lingua araba. Il maestro è uno dei pochissimi a diffondere quest’arte in Europa. Un uomo di origine irachena ma da diversi anni vive in Italia. In questo fine settimana sarà presente a Cassino per aiutare i partecipanti al corso a fare un’esperienza di arte e lingua araba.

Per participare scrivere a corsi@centroislamicocassino.it

Aid l-fitr: Festa di fine Ramadan 2022

Il centro islamico culturale La Luce annuncia che la festa di fine Ramadan sarà celebrata lunedì 2 maggio.

La preghiera comunitaria per la città di Cassino(FR) avrà luogo nel campetto sportivo della villa comunale a partire dalle ore 7 del mattino.

Auguriamo a tutte le famiglie una festa benedetta di fine Ramadan.

Prima lezione di arabo: la lingua araba

Dove nasce la lingua araba? Quando? Dove viene parlata? È la stessa lingua in tutti i paesi? Quali sono le lingue simili? Ha a che fare con l’aramaico, con l’ebraico?

La lingua araba è una delle sei lingue ufficiali dell’ONU, è la lingua di circa 274 milioni di persone.

Vuoi saperne di più? Partecipa alla nostra “prima lezione di arabo” sulla lingua araba.


Ospite d’eccezione sarà il prof. Olivier Durand.

Il prof. Olivier Durand insegna Lingua e letteratura araba e Dialettologia araba presso La Sapienza di Roma.

È nato a Copenaghen nel 1959. Si è laureato in Lingua e letteratura araba a Roma “La Sapienza” con una tesi in Filologia semitica. Ha quindi conseguito un Dottorato di ricerca in ebraistica presso l‘Università di Torino. Dopo aver tenuto insegnamenti di linguistica semitica comparata, di ebraistica e di dialettologia araba nelle Università di Roma e Venezia è diventato ricercatore di Filologia semitica e affidatario di Dialettologia araba al Dipartimento di Studi Orientali di Roma “La Sapienza”. Si è occupato di linguistica storica semitica e camitosemitica e dei rapporti che nella protostoria del Vicino Oriente antico hanno favorito il formarsi di una tipologia condivisa dall‘insieme di queste lingue, con particolare riferimento alle lingue araba ed ebraica. Si è inoltre dedicato alla dialettologia araba contemporanea, concentrandosi sulla Palestina ed il Marocco, alla lingua berbera del Marocco ed alla storia della lingua ebraica. Ha effettuato numerose missioni di ricerca sul terreno, principalmente in Israele e Marocco. è autore di diversi saggi tra i quali {Précédents chamito-sémitiques en hébreu} (1991), {Profilo di arabo marocchino} (1993), {Introduzione ai dialetti arabi} (1994), {Introduzione alle lingue semitiche} (1994, con G. Garbini), {Grammatica di arabo palestinese} (1996), {Lineamenti di lingua berbera} (1998), {La lingua ebraica. Profilo storico-strutturale} (2001). Le sue ricerche attuali vertono da una parte sull‘ebraico contemporaneo e dall‘altra sulla situazione linguistica del Marocco e dell‘Algeria. O. Durand, in quanto attivo militante culturale per la protezione delle lingue minoritarie europee mediterranee ed in particolare della lingua còrsa, partecipa a diverse esperienze di ecologia linguistica coinvolgenti Corsica, Sardegna, Cabilia (Algeria) e Marocco. è membro della {Société de Linguistique de Paris}, del {Centro di Studi Camito-Semitici} di Milano, e pubblica su diverse riviste internazionali quali la {Rivista di Studi Orientali} di Roma, gli {Annali della Accademia dei Lincei} di Roma, {Estudios de Dialectología Norteafricana y Andalusí} di Madrid. Ha partecipato a convegni internazionali in Italia, Francia, Spagna, Marocco, Algeria.

Alcune delle più recenti e importanti pubblicazioni: Grammatica di arabo mediorientale, Grammatica di arabo marocchino, Dialettologia araba, Corso di arabo contemporaneo, Corso di ebraico contemporaneo, La lingua còrsa, non mancano inoltre testi narrativi come Fratelli, Nel Vento per sempre, Vendette, Le vie del signore, La ribellione del manoscritto, Perché ho deciso di essere ebreo, e tanti altri.

Appuntamento sabato 7 maggio ore 16:00.

L’evento potrà essere seguito:

L’evento è gratuito e aperto a tutti.

Per info scrivere a corsi@centroislamicocassino.it

Aid l-fitr: Festa di fine Ramadan 2022

Il Centro Islamico Culturale La Luce comunica che la festa di fine Ramadan sarà domenica 1 maggio oppure lunedì 2 maggio; la data definitiva verrà comunicata sabato 30 aprile pomeriggio su questo sito.

La preghiera comunitaria per la città di Cassino(FR) avrà luogo nel campetto sportivo della villa comunale a partire dalle ore 7 del mattino.

Auguriamo a tutte le famiglie una felice e benedetta festa, che Iddio accetti le nostre preghiere e il nostro digiuno